Rai 3

Per Ballarò con 2 milioni 285 mila telespettatori, share 10,72%

“Forse c’è tra di noi uno che può aspirare a fare il leader del centrodestra, se quest’estate ripensa la sua strategia, ed è Matteo Salvini. L’altro Matteo” Per il presidente di Rcs Libri Paolo Mieli, il tema politico di settembre potrebbe essere la leadership del centrodestra e in questa partita il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, può essere una forte possibilità. “L’avete visto crescere – ha continuato Mieli – gli sta crescendo il consenso attorno. E’ capace, si esprime bene in tv. Forse se riuscisse a sfondare dal nord del Paese verso il centro e il sud, potrebbe aspirare. Insomma ha stoffa. Parleremo anche di lui a settembre.”
Matteo Salvini, presente in studio a Ballarò, ha fatto gli scongiuri soddisfatto.

Ballarò è risultato il terzo ascolto della serata del 24 giugno con 2 milioni 285 mila telespettatori per uno share del 10,72%. Su Canale 5 “Live in Arena – il meglio di Gianni Morandi” ha raccolto 2 milioni 865 mila spettatori e uno share del 14.43%. “50 anni in rosa” trasmesso da Rai1 ha interessato 2 milioni 893 mila spettatori, pari al 12,65% di share.
L’ultima puntata della stagione è stata seguita in maggioranza da donne, il 54,4% del totale. La zona del Paese che più si è sintonizzata è stata il nord-est dove lo share ha raggiunto quota 12,83%.

Il minuto più visto alle 21.22. Maurizio Crozza ironizza sulla legge elettorale, su Roberto Calderoli e su Beppe Grillo. In quel momento lo share era al 15,18%.

Tag: , , , ,

25 Giu 2014 alle 16:14 1 Commento

La stagione chiude tra progetti europei e tifo

Nel giorno decisivo della nazionale in Brasile, l’Italia si gioca le sue carte anche in Europa e Renzi prepara il suo piano per il semestre alla guida dell’Unione. Fatti progetti e tifo a Ballarò nella puntata di martedì 24 giugno, con la quale si conclude la dodicesima edizione del talk-show di Rai3.
Tra gli ospiti di Giovanni Floris il vicesegretario del PD Debora Serracchiani, Gianfranco Fini, il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, l’editorialista di Repubblica Federico Fubini, la giornalista e conduttrice tv Lucia Annunziata, il presidente di Rcs libri Paolo Mieli, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.

La copertina satirica è di Maurizio Crozza.

Tag: , , , ,

23 Giu 2014 alle 19:07 17 Commenti

Per Ballarò 2 milioni 267 mila sintonizzati, share 9,06%

Il 15% degli italiani si sente povero. E’ questo il risultato di un sondaggio di Ballarò-Ipsos con diverse domande, una sorta di autovalutazione, chiesta al campione. Il risultato è molto vicino a quello Istat che stima che le famiglie povere nel nostro Paese siano il 12,7%. Da rilevare che il dato è comunque in calo. Lo scorso anno alla stessa domanda aveva risposto di sentirsi povero il 16% degli intervistati. Tuttavia ben il 65% del campione si sente più povero rispetto a 5 anni fa. Alla richiesta di porsi in una classe sociale il 4% degli interpellati ha risposto medio-alta (era il 5% nel 2013), il 46% classe media (il 38% un anno fa), medio bassa il 38% degli intervistati (il 42% nel 2013) e il 12% invece ritiene di appartenere alla classe bassa (era il 14% lo scorso anno). Italiani quindi spaccati a metà, per la percezione della propria condizione. Metà si sente di appartenere alla classe alta o media. L’altro 50% alla classe medio-bassa o bassa.

Ballarò è risultato il secondo programma più visto, per numero di spettatori, della prima serata di martedì 17 giugno con 2 milioni 267 mila sintonizzati e il 9,06% di share. La partita dei mondiali tra Brasile e Messico, trasmessa da Rai1, ha appassionato 9 milioni 67 mila spettatori e ha raggiunto il 33,34% di share.
La zona del paese che più ha seguito il programma è stata il centro-nord dove lo share ha raggiunto quota 12,97%. Larga maggioranza di donne in visione, il 59,6% del totale.

Il minuto più visto alle 23.11. In quel momento Nando Pagnoncelli mostrava il suo sondaggio che vede gli italiani favorevoli al dialogo tra maggioranza e opposizioni. Lo share era al 12,18%.

Tag: , , ,

18 Giu 2014 alle 23:22 Nessun Commento

Il governo Renzi e la politica fiscale

Evasori, stipendi alti, rendite immeritate: chi paga il conto? Il governo Renzi e la politica fiscale nella puntata di Ballarò in onda martedì 17 giugno, alle 21.05 su Rai3.
Tra gli ospiti di Giovanni Floris il presidente del PD Matteo Orfini, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, la leader di Fratelli d’Italia-AN Giorgia Meloni, la tributarista Livia Salvini, il direttore del Giornale Alessandro Sallusti, il direttore del Messaggero Virman Cusenza, il flosofo Remo Bodei, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.
La copertina satirica è di Maurizio Crozza.

Tag: , , , ,

16 Giu 2014 alle 20:21 11 Commenti

Per Ballarò 2 milioni 578 mila spettatori, share 11,36%

“Credo che la situazione stia migliorando, ma con un ritmo che è assolutamente inadeguato a produrre nuova occupazione. Se vogliamo avere nuovo lavoro nel nostro Paese abbiamo bisogno di un ritmo di crescita incomparabilmente più alto.” Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, dallo studio di Ballarò, commenta così i segnali positivi venuti dalla produzione industriale e dal superindice dell’OCSE. E sulle promesse della campagna elettorale da mantenere ha aggiunto: “Venerdì abbiamo un Consiglio dei ministri molto importante dove saranno affrontati tanti temi: l’energia, la riforma della pubblica amministrazione, processi di sviluppo riferiti alle attività industriali e imprenditoriali, elementi di semplificazione burocratica e fiscale. Non possiamo fare dei restyling – ha concluso il ministro – dobbiamo fare scelte forti.”

Ballarò è risultato il terzo programma più visto della prima serata del 10 giugno con 2 milioni 578 mila telespettatori e l’11,36% di share. Su Canale5 ‘Il tempo del coraggio e dell’amore’ ha raccolto 3 milioni 428 mila telespettatori e il 14,45% di share. ‘Lo spettacolo dello sport: i 100 anni del Coni’, trasmesso da Rai1, ha ottenuto 3 milioni 222 mila spettatori e il 14,20% di share.
Leggera maggioranza di donne per la 37ma puntata, il 50,3% del totale. La zona del paese che più si è sintonizzata con Ballarò è stata il centro-nord con il 15,79% di share.

Il minuto più visto alle 21.21. Maurizio Crozza ironizza sull’arresto di Orsoni, e imita Renzi mentre si sfoga contro i vecchi politici del PD. In quel momento lo share era del 15,91%.

Tag: , , ,

11 Giu 2014 alle 17:01 4 Commenti

Tutto cambia tranne la corruzione

Tutto cambia, anche le roccheforti politiche cambiano bandiera. Solo la corruzione in Italia non passa mai la mano. Se ne discute a Ballarò nella puntata in onda martedì 10 giugno, alle 21.05 su Rai3. Tra gli ospiti di Giovanni Floris il ministro del lavoro Giuliano Poletti, Paola De Micheli del PD, Alessandro Cattaneo di Forza Italia, il segretario generale della FIOM-CGIL Maurizio Landini, il direttore del Corriere del Mezzogiorno Antonio Polito, il direttore dell’Espresso Bruno Manfellotto, il direttore di Libero Maurizio Belpietro, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.
La copertina satirica è di Maurizio Crozza.

Tag: , , , ,

09 Giu 2014 alle 19:52 12 Commenti

Per Ballarò 2 milioni 913 mila telespettatori, share 11,47%

“Abbiamo apprezzato le indicazioni di riforma e anche il crono programma, le tappe indicate. Adesso bisogna proseguire e approvare effettivamente i provvedimenti.” Marco Buti, direttore generale degli affari economici della Commissione Europea, in collegamento con Ballarò, sprona l’Italia a dimostrare di volere davvero percorrere un percorso di riforma. “Una delle cose che sta nelle nostre raccomandazioni – ha spiegato Buti – è l’approvazione delle riforme mostrando tutto il film. Dal provvedimento legislativo, ai decreti attuativi all’attuazione effettiva. Se si guarda bene, dal 2011 solo un terzo dei provvedimenti legislativi sono stati attuati effettivamente. Questa è una cosa da cambiare per fare la differenza. “ E a Matteo Salvini che affermava che la cura proposta dalla Commissione Ue è sbagliata e dopo 10 anni vorrebbe cambiare medico, Buti ha risposto così: “E’un’interpretazione semplificata della crisi. L’euro ha prodotto un calo notevole dei tassi e del pagamento degli interessi. Quello che è successo è che non abbiamo ridotto le spese nel frattempo e il debito pubblico è rimasto a un livello estremamente alto. Quando la crisi è arrivata non avevamo abbastanza margine di manovra per rispondere in maniera adeguata.”

Ballarò è risultato il secondo programma più visto del prime time di martedì 3 giugno con 2 milioni 913 mila telespettatori e uno share del l’11,47%. I Music Awards, trasmessi da Rai1, hanno vinto la serata con 4 milioni 269 mila spettatori e il 20,37% di share.
Maggioranza da uomini davanti allo schermo per la 36ma puntata, 50,4% del totale. Come numero di spettatori la zona del paese che più ha seguito il programma è stata il centro sud dove i sintonizzati sono stati 608 mila.

Il minuto più visto alle 21.25. Maurizio Crozza ironizza sulla scelta di Lega Nord di allearsi in Europa con Marine Le Pen. In quel momento lo share era del 17,39%.

Tag: , , , ,

04 Giu 2014 alle 17:12 2 Commenti

L’ITALIA DI RENZI, IL CONSENSO E I CONTI PUBBLICI

L’Italia di Renzi, il consenso e i soldi in cassa. Di questo si parlerà a Ballarò nella puntata in onda martedì 3 giugno alle 21.05 su Rai3. Tra gli ospiti di Giovanni Floris Simona Bonafé europarlamentare del Pd, Corrado Passera di Italia Unica, Matteo Salvini, Segretario Federale della Lega Nord, Carlo Gentili, Amministratore Delegato di Nextam Partners, gestore di Fondi di Investimento, Daniel Gros, direttore del Centro Studi per le politiche europee di Bruxelles, il giornalista e scrittore Gian Antonio Stella, il giornalista di Repubblica Sebastiano Messina, Serena Sorrentino CGIL, il direttore di Ipsos Nando Pagnoncelli.
In apertura la copertina satirica di Maurizio Crozza

Tag: , , , ,

02 Giu 2014 alle 19:39 17 Commenti

Per Ballarò 3 milioni 509 mila spettatori, share 13,43%

“Dire che possiamo prevedere per il 2014 un’uscita dalla crisi e un Pil positivo, ci andrei con molta cautela. Perché i dati che oggi abbiamo sono che il Pil scende e la disoccupazione sale. Noi pensiamo che c’è bisogno di investimenti, di investimenti pubblici e pensiamo che non bisogna diffondere illusioni.” Susanna Camusso, segretario generale della CGIL,in studio a Ballarò, ha mostrato dubbi sulla ripresa a breve del nostro paese. “Il tema è cosa si mette perché si inverta questa tendenza – ha aggiunto la leader della CGIL – l’edilizia scolastica è una risposta. Temo non sia sufficiente a invertire la tendenza. Poi c’è chi dice: aspettiamo gli investimenti delle imprese. No, il pubblico deve investire, avere il coraggio di farlo, e rimettere in moto l’economia.” Infine un affondo anche sulla revisione della spesa: “Bisogna evitare di tagliare troppo – ha detto la Camusso. Quando si parla di spending review si dà sempre per scontato che stiamo parlando di oggetti. Quando si parla di servizi si parla di persone, di lavoro, di redditi. E se si va con la mannaia e si moltiplica la disoccupazione, non credo si stia dando una risposta al paese per uscire dalla crisi.”

Ballarò è stato il secondo programma più visto della prima serata con 3 milioni 509 mila spettatori e uno share del 13,43%. La finale di ‘Amici’, trasmessa da Canale 5, ha vinto la serata con 5 milioni 294 mila spettatori e il 24,62% di share.
La zona del paese che più ha seguito la 35ma puntata della stagione è stata il centro-nord dove lo share ha raggiunto quota 19,35%. Maggioranza di donne sintonizzate, il 50,5% del totale.

Il minuto più visto alle 21.25. Maurizio Crozza ironizza sulle strategie comunicative di Matteo Salvini e riporta la notizia dell’arresto di Corrado Clini. In quel momento lo share era del 19,55%.

Tag: , , ,

28 Mag 2014 alle 17:19 3 Commenti

L’Italia di Renzi e le nuove sfide

Mentre a Bruxelles si riunisce il vertice straordinario della nuova Europa, arrivano gli ottanta euro nelle buste paga di molti italiani. L’Italia che ha scelto Renzi e le sue nuove sfide nella puntata di Ballarò in onda martedì 27 maggio, alle 21.05 su Rai3. Tra gli ospiti di Giovanni Floris il ministro della Difesa Roberta Pinotti, il consigliere politico di Forza Italia Giovanni Toti, il segretario generale della CGIL Susanna Camusso, il presidente della BNL Luigi Abete, il direttore della Stampa Mario Calabresi, il vicedirettore di Repubblica Massimo Giannini, il direttore de ilfattoquotidiano.it Peter Gomez, l’antropologa Amalia Signorelli, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.
La copertina satirica è di Maurizio Crozza.

Tag: , , , ,

26 Mag 2014 alle 19:26 57 Commenti

Calendario

Luglio 2014
L M M G V S D
« Giu    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031