Sono 150 mila e non si rassegnano. Sono i risparmiatori di Banca Marche, Banca Etruria, Cariferrara e Carichieti. Domenica mattina erano di fronte alla Leopolda, nei giorni precedenti si erano fatti sentire nelle piazze.

Un dipendente di Banca Etruria accetta di parlare con Ballarò, sotto garanzia di anonimato, e racconta di vere liste di proscrizione per chi non accettava di vendere le obbligazioni spazzatura.

Guarda questa sera il servizio integrale.

In diretta su Ballarò.