Ballarò

Come si vive con meno di 750 euro al mese? E a che cosa rinunciano i pensionati che alla fine del mese possono contare solo su assegni così bassi?

Un problema comune tra i pensionati italiani. Dati dell’Osservatorio INPS sulle pensioni rilevano che su 18,1 milioni di pensioni il 63% è sotto i 750 euro, percentuale che sale al 77% per le donne.

Costanza 2

Costanza, 78 anni, che di euro ne prende 500, a Francisca De Candia: “Faccio l’orto, tocca adattarsi un po’. Altrimenti non si campa”.

Maria

Maria, 70 anni, racconta scelte difficili: “Sto con l’angoscia di dover dire: ‘questa medicina la prendo il prossimo mese. A questa non ci arrivo'”.

Questa sera, nel servizio di Francisca De Candia.

A Ballarò.

Pochi, sporchi ma subito. Sono i soldi dell’assegno pensionistico, ridotto, che un numero crescente di Italiani accetta di prendere pur di andare in pensione.

Un traguardo che la legge Fornero allontana, e per questo, come dimostrano i dati Inps, è boom delle pensioni anticipate nel 2015.

Patrizia 3

Francisca De Candia ha raccolto la testimonianza di Patrizia, che ha perso il lavoro a 57 anni e che nel 2015, per evitare gli effetti della legge n.214/2011, in vigore dal 1° gennaio 2016, ha scelto di andare in pensione con un assegno di 970 euro invece che 1900.

Guarda il servizio, questa sera a Ballarò.

Molti ragazzi nati negli anni ’80 rischiano di andare in pensione anche a 75 anni e con assegni bassi.

E’ l’istantanea scattata dal presidente dell’Inps Tito Boeri sulle pensioni di domani.

Una prospettiva allarmante che pone davanti ad un’intera generazione lo spauracchio di una vecchiaia a rischio povertà.

La pensione complementare può essere una soluzione?

Marco Donadio ne ha parlato con Angelo, archivista paleografo di 33 anni.

“Con i miei amici parliamo quasi giornalmente del nostro futuro. Una pensione la prenderò ma sarà bassa”.

Guarda il servizio, in diretta su Rai3.