Ballarò
Lampedusa 2

Secondo l’Alto Commissariato Onu per i rifugiati quest’anno sono arrivati in Italia quasi 9000 adolescenti non accompagnati, il 170% in più rispetto all’anno scorso.

Una volta arrivati a terra, molti di questi giovani scappano dai centri di accoglienza e fanno perdere le loro tracce. Secondo Missing Children Europe, l’anno scorso, in Europa, ne sono spariti ben 10 mila.

Seidu

E’ andata meglio a Seidu, il ragazzo senegalese sbarcato a Lampedusa quando aveva 16 anni. Per lui la famiglia di Bartolomeo Maggiore, per tutti ‘Lillo’, ha ottenuto l’affido.

Bartolomeo: “Ci dà grandi soddisfazioni. E’ trattato come trattiamo i nostri figli. Se c’è da rimproverarlo si rimprovera. Se c’è da fare la carezza si fa la carezza”.

Questa sera, nel servizio di Francesca Biagiotti.

A Ballarò.

 

Lampedusa

Pietro Bartolo è il medico di Lampedusa che da 25 anni si prende cura dei migranti che sbarcano sull’isola.

Bartolo

Dai primi arrivi, all’inizio degli anni Novanta, ad oggi ne ha curati almeno 250 mila. C’era lui ad accogliere i superstiti del terribile naufragio del 3 ottobre 2013 in cui hanno perso la vita 368 migranti. E c’era sabato scorso, quando i 26 superstiti di un naufragio al largo delle coste libiche sono sbarcati sull’isola.

Questa sera Pietro Bartolo, uno dei protagonisti del docufilm di Gianfranco Rosi ‘Fuocoammare’, Orso d’Oro al Festival del cinema di Berlino 2016, sarà intervistato da Eva Giovannini, collegata insieme a lui da Lampedusa.

In diretta su Ballarò.