Ballarò
Lampedusa 2

Secondo l’Alto Commissariato Onu per i rifugiati quest’anno sono arrivati in Italia quasi 9000 adolescenti non accompagnati, il 170% in più rispetto all’anno scorso.

Una volta arrivati a terra, molti di questi giovani scappano dai centri di accoglienza e fanno perdere le loro tracce. Secondo Missing Children Europe, l’anno scorso, in Europa, ne sono spariti ben 10 mila.

Seidu

E’ andata meglio a Seidu, il ragazzo senegalese sbarcato a Lampedusa quando aveva 16 anni. Per lui la famiglia di Bartolomeo Maggiore, per tutti ‘Lillo’, ha ottenuto l’affido.

Bartolomeo: “Ci dà grandi soddisfazioni. E’ trattato come trattiamo i nostri figli. Se c’è da rimproverarlo si rimprovera. Se c’è da fare la carezza si fa la carezza”.

Questa sera, nel servizio di Francesca Biagiotti.

A Ballarò.

 

Sbarchi 3

In mare con gli agenti della Guardia Costiera.

La troupe di Ballarò li ha intervistati a bordo della nave Dattilo, la stessa che solo la settimana scorsa di migranti in difficoltà ne ha salvati 1052, quanti ne entrano in 8 barconi.

Sbarchi 5

Per il Comandante Alessio Morelli sono “una ciurma di pirati. I migliori, per i salvataggi in mare”.

Sbarchi 2

Nel servizio di Francesca Biagiotti, in onda questa sera, vi mostreremo le immagini di un drammatico salvataggio nel Mediterraneo.

A Ballarò.

Lampedusa

Pietro Bartolo è il medico di Lampedusa che da 25 anni si prende cura dei migranti che sbarcano sull’isola.

Bartolo

Dai primi arrivi, all’inizio degli anni Novanta, ad oggi ne ha curati almeno 250 mila. C’era lui ad accogliere i superstiti del terribile naufragio del 3 ottobre 2013 in cui hanno perso la vita 368 migranti. E c’era sabato scorso, quando i 26 superstiti di un naufragio al largo delle coste libiche sono sbarcati sull’isola.

Questa sera Pietro Bartolo, uno dei protagonisti del docufilm di Gianfranco Rosi ‘Fuocoammare’, Orso d’Oro al Festival del cinema di Berlino 2016, sarà intervistato da Eva Giovannini, collegata insieme a lui da Lampedusa.

In diretta su Ballarò.

campo Idomeni

Isola di Lesbo, Grecia, uno dei punti caldi nelle rotte dell’immigrazione verso l’Europa.

Parte da qui, dove in una notte 1000 persone hanno trovato rifugio dalla Turchia prima di raggiungere il confine macedone, il viaggio di Eva Giovannini nell’inferno dei migranti in fuga dalle aree di guerra del Medio Oriente.

Ultima tappa il campo di  Idomeni, al confine con la Macedonia, dove da una settimana è iniziata la protesta dei migranti, 5000 adulti e 3000 bambini, bloccati da un muro di filo spinato dopo le restrizioni imposte dal governo macedone.

Nobel

Ai microfoni di Ballarò anche Emilia  Kamvisi, l’anziana dell’isola di Lesbo che ha fatto il giro del mondo nella foto che la ritrae mentre allatta con il biberon un bambino siriano e che ora è candidata al Nobel per la Pace.

Questa sera, a Ballarò, nel reportage di Eva Giovannini.