Ballarò

Tredicesima di Ballarò: record stagionale di telespettatori, 4 milioni 563 mila.

Duro confronto sul lavoro a Ballarò tra il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, e il sottosegretario all’Economia Gianfranco Polillo che riteneva la richiesta del sindacalista di un intervento del governo anche sulle imprese private una posizione da Cina o da Unione Sovietica. Landini ha ribattuto portando l’esempio degli Stati Uniti e del presidente Barack Obama con la Chrysler. E ancora: “Hollande – ha affermato Landini – quando la Peugeot ha detto ‘chiudo gli stabilimenti’ ha trovato lui sette miliardi di finanziamenti agevolati per costruire l’auto elettrica in Francia. La Germania – ha domandato il sindacalista – perché ha le aziende che vanno meglio?”. “Perché la gente lavora in Germania” ha ribattuto Gianfranco Polillo. Pronta la replica di Landini: “Porti rispetto a quelli che qui pagano le tasse.”

La 13ma puntata di Ballarò ha fatto registrare il record di stagione per numero di spettatori con 4 milioni 563 mila e il 17,29% di share. Un risultato che vale il secondo posto nel prime-time di martedì 4 dicembre, dopo la fiction di Rai Uno “Santa Barbara” che ha appassionato 5 milioni 476 mila telespettatori e raccolto uno share del 20,14%.

Una puntata seguita per lo più da donne (il 52,3% del totale) mentre la zona del paese che più si è sintonizzata è stata il nord-est, dove lo share ha raggiunto il 23,17%.

Il minuto più visto alle 23.28. I sondaggi di Pagnoncelli mostrano Monti ben quotato tra i premier auspicati, poi Floris dedica la puntata alla lettrice-record Eugenia Stabellini. In quel momento lo share era del 24,99%.

Pensioni, fisco, IMU: le trappole di fine anno

Le pensioni con la questioni dei ricongiungimenti, il problema degli esodati, le nuove regole sull’età, il fisco con il redditometro e le incertezze sull’ultima rata Imu: il Paese scopre le insidie economiche di fine anno mentre la politica cerca il successore di Mario Monti. L’Italia al voto e le trappole della vita quotidiana nella puntata di Ballarò in onda martedì 4 dicembre, alle 21.05 su Raitre. Tra gli ospiti di Giovanni Floris Alessandra Moretti del PD, Giorgia Meloni del PdL, il sottosegretario all’Economia Gianfranco Polillo, l’economista Carlo Dell’Aringa, la giornalista e conduttrice tv Monica Maggioni, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.

In apertura la copertina satirica di Maurizio Crozza

Settima puntata di Ballarò: Epifani, Recchi e Polillo

L’Italia si deve accontentare? La nuova legge di stabilità, le sue conseguenze e le responsabilità che hanno portato a questo ennesimo sforzo cui sono chiamati gli italiani è il tema centrale della puntata di Ballarò, in onda martedì 23 ottobre, alle 21.05 su Raitre. Tra gli ospiti di Giovanni Floris il presidente dell’ENI Giuseppe Recchi, il presidente della Fondazione Bruno Trentin Guglielmo Epifani, l’economista Fiorella Kostoris, il sottosegretario all’economia Gianfranco Polillo, Anna Maria Bernini del PdL, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.
In apertura la copertina satirica di Maurizio Crozza

Nel giorno della legge di stabilità arriva la reazione del governo agli sperperi delle regioni. Il paese intanto è strozzato dalle tasse mentre esplode una nuova mina esodati. Come cambia il quadro politico? Berlusconi farà davvero il passo indietro? Se ne parlerà a Ballarò, nella puntata in onda stasera alle 21.05 su Raitre. Tra gli ospiti di Giovanni Floris il sottosegretario all’Economia, Gianfranco Polillo, il segretario generale della Uil Luigi Angeletti, Beatrice Lorenzin del Pdl, il deputato dell’Api e assessore al Bilancio del comune di Milano Bruno Tabacci, l’editorialista del Corriere della Sera Pierluigi Battista, l’economista Giacomo Vaciago, il direttore del giornale online Il Post Luca Sofri, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.

In apertura la copertina satirica di Maurizio Crozza.